human

experimental live set

 

 

un atto d'amore tra preghiera e follia

an act of love between prayer and madness

l'urlo | l'ego | la follia | il pianto ed il rimpianto | il caos

the howl | ego | madness | tears and regret | chaos

"Gli uomini sono come degli abissi, ti gira la testa se provi a guardarci dentro"

                                                                                                                     Woyzeck

HUMAN è un'opera sonora e grafica, un corpus complesso e stratificato

che vive nella totalità di informazioni e suggestioni fornite dalla partitura e dalla sua libera interpretazione da parte dei musicisti.

Uno sguardo sull'uomo, sincero, ipnotico, crudele ed innamorato.

Nell'opera convivono momenti, situazioni ed energie diametralmente opposte: la preghiera e la follia; la violenza ed il petalo di fiore; il caos e il minuto bagliore di luce; il noise ed il suono lineare.

Dal più raccolto momento meditativo si passa a grandi affreschi non lineari dove il suono scaturisce con forza e violenza, dove l'uomo viene messo d'innanzi alla forza brutale che ha scatenato. Un suono fisico, reale, umano.

Storie di risvegli e di consapevolezza nell'appartenere a sistemi soffocanti; storie di povertà e speranza, storie di sguardi; intrecci che si concentrano nel grande turbine finale dove il caos interviene come forza suprema, un deus ex machina che, riavvolgendo le trame dell'umanità, concederà all'uomo l'oppurtanità di riscriversi. CHANGE, cambiare: cambiare luoghi, cambiare relazioni, cambiare sensibilità. L'uomo non più stanziale nelle geografie, non più stanziale nelle ideologie, non più stanziale nei comportamenti. L'invito al cammino, l'uomo come essere migrante dell'anima.

Nudo, chino, ricurvo

fragile e distruttivo. Ti ho sempre amato uomo.

Distratto hai creato, poi ti sei tagliato brandelli del tuo stesso corpo

 

con le tue stesse mani ti sei soffocato e masturbato.

 

Ti ho osservato, ti ho vissuto, ho partecipato

al banchetto delle (nostre) carni.

Ora immagino.

 

Visioni di un futuro dove le acque e le sirene nelle quali (e con le quali) abbiamo vissuto ci stringono a loro

con forza ed ingannevoli sussurri.

 

Le acque e le sirene ci rendono ubriachi con il caos,

nostra speranza, sgorgante dai loro seni.

 

Noi, dissoluti ed in finitudine

per una volta ancora chiuderemo gli ochhi e ancora una volta saremo avari

 

ed ancora vedremo il nostro fiume nascere dai loro capezzoli

(avremo le ultime monete per questa vita?)

 

Forse piangeremo, ci pentiremo, ma avari resteremo congiunti ai seni ricevuti in dono.

 

Nudo, chino, ricurvo.

 

Ti ho sempre amato uomo

 

                                                                                                          Gabriele Marangoni

HUMAN - Gabriele Marangoni

Official Trailer 

L'OPERA

 

 

HUMAN è composta da 5 quadri : 

L'urlo

L'ego

La follia

Il pianto ed il rimpianto

Il caos

 

SUONO - ENSEMBLE VARIABILE

Il ventaglio sonoro di Human utilizza tutte le frequenze udibili all'orecchio umano, da 20 Hz a 20 kHz.

L'idea compositiva centrale è quella che Human può (deve) essere eseguita in infinite variazioni di organico, ENSEMBLE VARIABILE,   si possono realizzare infinite soluzioni, dall'aggiunta di Dj set al cantante lirico, dall'orchestra sinfonica al gruppo punk; tutto è possibile, senza distinzione di genere.

Ogni esecutore avrà a disposizione la medesima partitura, un'opera grafica composta da immagini, notazioni, poesie, frammenti sparsi. 

La durata dell'opera è di 59 minuti.

 

 

 

LA PARTITURA

Estratti audio (ascoltare con cuffie)

L'urlo - Human
00:00 / 00:00
Linea - Human
00:00 / 00:00
Polvere - Human
00:00 / 00:00

human

experimental live set