Il respiro, Bach, l'improvvisazione, Stockhausen, ricordi e proiezioni.

Tutto quello che amo, tutti ciò che ho imparato e tutto ciò che ricerco ancora sono le fondamenta di ogni concerto in solo.

Prendo 60 minuti del tempo della mia vita e di quella del pubblico e cerco di creare la cosa più bella che posso; a volte piange, a volte sorride ma sempre è unica.

Nel mio solo confluisce la scrittura contemporanea, le avanguardie e la sperimentazione insieme a J.S.Bach, John Cage e le Variazioni Goldberg. Non vorrei avere ancora un suono definito, sto ricercando.

 

GABRIELEMARANGONI ACCORDIONSOLO

60'